Thomas de Pourquery & Supersonic

Thomas de Pourquery (sax alto e soprano, voce), Laurent Bardainne (sax tenore e baritono), Guillaume Dutrieux (tromba), Arnaud Roulin (tastiere, pianoforte), Fred Galiay (basso), Edward Perraud (batteria)

Thomas de Pourquery (francese, classe 1977) ha creato il sestetto Supersonic per riaccendere il jazz spaziale di Sun Ra, presentandolo dalla prospettiva di una giovane leva di musicisti. La loro presenza sul palco di Piazza dei Signori non è quindi affatto casuale. Da una parte i Supersonic danno vita a uno spettacolo musicale visionario, irriverente, dalla forte propulsione funky e dagli espressivi coaguli free: c’è da saltare a ritmo della loro musica. Poi c’è la felice compresenza, a Vicenza Jazz, proprio con la Sun Ra Arkestra, che lo stesso giorno si esibirà al Teatro Olimpico.

Pourquery ha un passato sia nel jazz (anche al fianco di Sunny Murray e Jim Black) che nel rock, così come i musicisti di cui si è circondato: scelti apposta perché “il nutrimento della musica jazz viene da tutti gli altri stili musicali”. Il titolo del disco d’esordio della band esplicita chiaramente il repertorio in esso eseguito: Play Sun Ra (2014). Il nuovo lavoro del gruppo invece (Sons of Love, 2017) è basato quasi interamente su composizioni originali, ma sempre ispirate alle sonorità cosmiche di Sun Ra.