Randy Weston & Billy Harper Duo

Randy Weston (pianoforte), Billy Harper (sax tenore)

In esclusiva per Vicenza Jazz, un’occasione unica per ascoltare due titani del jazz.

Il novantaduenne Randy Weston (è nato nel 1926 a New York) è uno dei più importanti nomi storici del jazz ancora in attività. Fautore di uno stile pianistico altamente percussivo, profondamente legato alle sue radici afro-caraibiche (è di origini giamaicane), Weston è anche un memorabile compositore: sono suoi temi come Hi-Fly e Little Niles.

Weston è cresciuto in un ambiente particolarmente stimolante: il padre, appassionato di cultura africana, lo indirizza verso il pianoforte; la madre lo introduce al gospel e allo spiritual. Cresciuto a Brooklyn, in gioventù frequenta abitualmente Max Roach, Cecil Payne e Duke Jordan; con Wynton Kelly aveva addirittura un rapporto di parentela (erano cugini). Fu poi particolarmente segnato dall’incontro con Thelonious Monk, che gli fece da ‘tutore’ in numerosi incontri domestici, e dalla profonda amicizia con Duke Ellington. Gli ingredienti per una solida formazione ci sono tutti. 

Partito dal R&B, vira presto verso il bop, sotto l’egida di Payne e Kenny Dorham. Nel 1954 inizia a registrare come leader per la Riverside. La svolta afrocentrica della sua musica (particolarmente evidente in opere come Uhuru Africa e Highlife) viene sostenuta da numerosi viaggi in Africa (tra il 1968 e il 1973 visse stabilmente in Marocco). Gli anni Sessanta e Settanta furono ancora densi di attività, mentre gli anni Ottanta segnarono un momento di ripiegamento, prima di una nuova e improvvisa impennata della sua carriera, che dalla fine degli anni Ottanta a oggi non ha più conosciuto appannamenti.

Nel 2013 Randy Weston ha inciso The Roots of the Blues con Billy Harper: il loro primo duetto discografico, a coronamento di una lunga storia in comune. Weston e Harper si sono infatti incontrati nel 1971 a Tengeri, in occasione di un festival organizzato dallo stesso Weston. L’amicizia e la collaborazione, consolidatesi nel corso degli anni Settanta, non sono mai venute meno da allora.

Billy Harper, texano, classe 1943, conferma la potenza che solitamente si attribuisce ai Texas tenors. I Jazz Messengers di Art Blakey sono stati il suo trampolino di lancio (tra il 1968 e il 1970). Ha poi fatto parte dei gruppi di Elvin Jones e Max Roach e delle orchestre di Gil Evans e Thad Jones/Mel Lewis. In anni recenti lo si è apprezzato nel gruppo all stars The Cookers.