Recensioni - Joe Lovano & Dave Duoglas Quintet "Sound Prints"

Recensioni - Joe Lovano & Dave Duoglas Quintet "Sound Prints"

La prima domenica del Vicenza Jazz ha avuto come protagonista il Joe Lovano & Dave Douglas Quintet. Saliti sul palco del Teatro Olimpico, il pubblico della città ha accolto con grande calore i “Sound Prints” (questo il nome della collaudata formazione), sicuri di essere in procinto di assistere all’esibizione di due tra i migliori fiati del jazz contemporaneo.

Ad accompagnare con grande personalità la coppia che da anni collabora su progetti sia in studio che live, sono stati Joey Baron al drum set, Linda Oh al contrabbasso e Lawrence Fields al pianoforte



L’ultima tappa del lungo tour europeo del quintetto è iniziata con un brano originale di Dave Douglas, in cui i protagonisti hanno subito lasciato ampio spazio, e dobbiamo con grande soddisfazione del pubblico, alla giovane contrabbassista australiana Oh e al pianoforte di Fields. Entrambe hanno saputo infatti interpretare con verve questo brano, conferendo con i propri assoli il giusto brio che nelle prime note restava in sordina.

Nell’addentrarsi alla scoperta di “Scandal”, l’ultimo album del quintetto, l’atmosfera ha raggiunto la giusta temperatura a cui la classe e l’estro di Lovano e Douglas hanno potuto esprimersi al meglio. Impossessatisi della scena con duetti sempre più brillanti, la grande sinergia di sassofono e tromba si è distesa sul tappeto ritmico di Baron, che con la sua batteria ha saputo definire una sfumatura particolarmente interessante alle campiture di colore tracciate dai fiati. 

La serata si è sviluppata dunque in un continuo crescendo di emozioni musicali in cui i singoli elementi della formazione si sono intrecciati in una trama sempre più omogenea fino a culminare in modo assolutamente artisticamente perfetto nell’ultimo brano eseguito in occasione del “bis”.

Le musiche del Joe Lovano & Dave Douglas Quintet “Sound Prints” hanno coinvolto fin dalle prime note la platea e la cavea del teatro olimpico che ha ripagato i cinque musicisti con grande affetto e lunghi scrosci di applausi. 



Sebastiano Cazzoli

Clicca qui per vedere tutte le foto dei concerti di della XXXIII edizione di New Conversations Vicenza Jazz.