Recensioni - Sun Ra Arkestra

Recensioni - Sun Ra Arkestra

Il magnifico prologo del 10 maggio a Thiene con Camille Bertault è stato solo un assaggio di quello che il Vicenza Jazz Festival 2018 ha promesso e da ieri sembra mantenere pienamente. Venerdì 11 maggio è stato il primo grande giorno dell’Olimpico di Vicenza; un giorno memorabile, sicuramente, e “storico”, che ha visto calcare il palco del teatro coperto più antico al mondo il giovane novantaquattrenne Marshall Allen. Giovane sì, perché la verve e la forza dimostrata sul palco non si attribuirebbe certo ad una persona di quell’età.

90 minuti, e forse anche qualcosa in più, di magnifico jazz, energia e colori: questa l’ermetica descrizione della serata portata a Vicenza dai 12 elementi della Sun Ra Arkestra, che, ovviamente non potevano lesinare sullo spettacolo. Più volte gli elementi si sono esibiti in balli e tour nel coro del teatro, fino a esser tentati nella mission impossible nella magnifica scenografia dello Scamozzi alle loro spalle.

Forse, certo, ci si sarebbe aspettato qualcosa in più sul lato freejazz, forse l’approccio della band si è dimostrato un po’ “accompagnato” e festaiolo. Forse si, ma come biasimarli? Loro la storia l’hanno fatta da tempo e oggi si godono in relax la loro quarta età.


Ieri sera abbiamo ascoltato, condensata in 90 minuti e in dodici elementi (e in uno in particolare) la storia del jazz. Sì, perché come abbiamo avuto il piacere di apprendere durante il soundcheck dallo stesso Marshall, se la musica è vibrazione e specchio ustorio della realtà, in ogni momento, non può che combinarsi nell’essere umano che con tutti i momenti del suo vissuto. Per questo se la musica, e il jazz in particolare, è espressione e rappresentazione della vibrazione di ogni momento, passando di fatto attraverso l’essere dell’uomo non può che considerare in se tutti i suoi momenti passati, heideggerianamente condensando la tensione vissuta dall’uomo del suo presente come essere teso tra l’esser gettato del passato e il progettarsi del futuro.


Stasera alle 18 li troveremo di nuovo protagonisti all’Olimpico. A seguire il grande, tradizionale, gratuito, concerto in piazza con Odwalla, Thomas De Pourquery & Supersonic feat. Gianluca Petrella a partire dalle 21. 

Manuel Cazzoli

Clicca qui per vedere tutte le foto dei concerti di della XXXIII edizione di New Conversations Vicenza Jazz.