Zavalloni-Tonolo-Birro Trio

Zavalloni-Tonolo-Birro Trio

Cristina Zavalloni (voce)
Pietro Tonolo (sax)
Paolo Birro (pianoforte)


“Boris Vian, il poeta sincopato” è uno spettacolo di jazz, canzoni e poesia, ideato di Giulio Vannini e portato in scena da tre intense personalità della musica contemporanea e improvvisata nazionale: Cristina Zavalloni, Pietro Tonolo (che ha anche curato gli arrangiamenti) e Paolo Birro. I tre performer daranno vita a uno spettacolo multiforme che rievoca la personalità eccentrica e poliedrica di Vian.

Vian è stato un artista totale caro alle avanguardie storiche del Novecento, un intellettuale colto e disincantato dell’esistenzialismo francese, un musicista stravagante anticipatore della musica come ribellione, un poeta menestrello e un romanziere maledetto: una personalità oltremodo affascinante, meritevole di continuare a rimanere al centro della scena e non di venire relegato in una sorta di scantinato polveroso come spesso accade alle figure eccentriche della storia.